IMPLANTOLOGIA


COSA SONO GLI IMPIANTI DENTALI?

L’implantologia dentale è la branca dell’odontoiatria che si occupa della sostituzione di denti mancanti mediante l’utilizzo di impianti dentali, nello specifico:

  • per sostituire un singolo dente
  • come pilastri per ponti fissi
  • per l’ancoraggio di protesi mobili

Gli impianti dentali più usati sono viti in titanio, che vengono inserite nell’osso della mandibola o della mascella come radici artificiali, al posto dei denti mancanti

Dopo alcuni mesi, l’impianto dentale si lega all’osso mediante un processo chiamato osteointegrazione e il dentista, valutando caso per caso, stabilisce quando è il momento giusto per caricare l’impianto dentale mediante una nuova corona (capsula) perfettamente masticante.

REQUISITI PRINCIPALI PER POSIZIONARE UN IMPIANTO DENTALE SONO:

  • Sufficiente quantità di osso (operiamo in mancanza di osso – impianto dentale con poco osso)
  • Essere in buona salute
  • Avere gengive sane e buona igiene orale
  • Recarsi alle visite di controllo e alle sedute di igiene professionale in modo costante
  • Astenersi dal fumo per alcuni mesi o ridurlo il più possibile

COME SI INSERISCONO GLI IMPIANTI DENTALI?

Gli impianti dentali si inseriscono mediante un piccolo intervento chirurgico eseguito all’interno dello studio, nell’adeguato ambulatorio chirurgico, in anestesia locale.

La tecnica prevede un’incisione gengivale, attraverso la quale viene eseguito un foro nell’osso gengivale per posizionare l’impianto dentale prescelto, poi opportunamente saturata.

Molto spesso capita che la presunta mancanza di osso renda difficile inserire un impianto dentale. Proprio per questo il Dottor Luca Comuzzi ha studiato delle soluzioni che rendono possibile l’inserimento di un impianto dentale senza osso.

L’inserimento dell’impianto dentale con poco osso è risultato vincente su molti pazienti

VANTAGGI DEGLI IMPIANTI DENTALI SONO NUMEROSI

  • In mancanza di un dente singolo, l’impianto dentale permette di sostituirlo con una singola corona, evitando di limare i denti vicini per permettere un ponte.
  • Quando mancano più denti adiacenti l’implantologia dentale ha il vantaggio di non fare ponti troppo lunghi che si possono staccare o causare la frattura dei “denti pilastro”
  • In altri casi gli impianti dentali permettono di evitare la protesi mobile o quantomeno di fornire un ancoraggio che la renda più stabile, con maggior comfort nel parlare, nel masticare e nel sorridere.

Nel nostro studio è possibile anche effettuare un intervento di implantologia dentale a carico immediato.

RISCHI DELL’IMPLANTOLOGIA DENTALE

Inserire gli impianti dentali comporta un piccolo intervento chirurgico. Possono seguire per alcuni giorni, lievi disturbi post- intervento. L’impianto osseo dentale può causare nei giorni successivi una lieve sensazione di dolore nella parte interessata, oltre a piccoli ematomi. Il tutto viene comunque risolto con assunzione di farmaci adeguati che il nostro studio indicherà al paziente.

La protesi fissa su impianti dentali può richiedere procedure e tempi di realizzazione più lunghi rispetto ad altri tipi di protesi, ma i risultati sono nettamente migliori.

La percentuale di successo degli impianti dentali è molto alta ed arriva al 96 – 98% di successo. L’eventuale rischio di insuccesso può essere dovuto da una scorretta igiene orale domiciliare, da una mancata “osteointegrazione” o da un carico masticatorio eccessivo ne periodo di convalescenza.

Il fallimento di un impianto dentale non inficia la possibilità di rifarlo successivamente nella stessa sede dell’impianto dentale precedente.

CONSIGLI POST- INTERVENTO DI IMPLANTOLOGIA DENTALE

  • Può presentarsi del dolore: è simile a quello che segue l’estrazione di un dente, solitamente controllabile con farmaci analgesici
  • Potrebbe gonfiarsi e per questo si consiglia: applicare 10 min. ogni ora impacchi di ghiaccio sulla guancia dalla parte interessata, per la prima giornata. Dormire con la testa sollevata da uno o più cuscini durante le prime notti
  • Qualora si dovessero presentare ematomi: fare compressione e utilizzare pomate cutanee anti – ematomi
  • Assunzione di antibiotici: assumere obbligatoriamente secondo le indicazioni del dottore
  • Sport e Sforzi fisici: evitare attività fisica pesante o attività sportiva nella settimana seguente l’intervento altrimenti aumenta il gonfiore
  • Limitare il fumo: astenersi dal fumo per una/due settimane prima e per alcuni mesi dopo l’intervento
  • Seguire un’ alimentazione adeguata: per i primi giorni preferire alimenti liquidi e non troppo caldi, evitando di masticare dalla parte interessata
  • Igiene orale: effettuare la normale igiene orale con particolare delicatezza nella parte interessata, finché la gengiva non sia guarita e attenersi alle istruzioni del dottore